Lunedì, 19 Novembre 2018

 

Verifiche Acustiche

I tecnici specializzati in acustica dello staff del gruppo Termotetti, si occupano di progettazione, consulenze e servizi generali.

I nostri settori di specializzazione sono:

Acustica Ambientale   -   Acustica in Edilizia   -  Acustica Industriale   -  Acustica Architettonica   -  Vibrazioni

 

 

ACUSTICA AMBIENTALE  

     

Valutazione previsionale di impatto acustico

In base all'art. 8, commi 1,2 e 3 della legge 447/95 la realizzazione, modifica o potenziamento di insediamenti produttivi e di infrastrutture di trasporto deve prevedere la predisposizione di una valutazione previsionale di impatto acustico. Tale documentazione deve dimostrare che le emissioni sonore provocate dai nuovi insediamenti e dalle attività correlate sono compatibili con le caratteristiche acustiche del contesto.  

Valutazione previsionale di clima acustico

In base all'art. 8,comma 3 della legge 447/95 deve essere prodotta una valutazione previsionale di clima acustico per le aree interessate dalla realizzazione di: scuole ed asili nido, ospedali, case di cura e di riposo, parchi pubblici urbani ed extraurbani, nuovi insediamenti residenziali prossimi a sorgenti sonore di rilevanza ambientale. Tale documentazione si rende necessaria per verificare la compatibilità di queste opere con il contesto nel quale si prevede di inserirle  

Valutazione di impatto acustico

Ai fini della verifica dell'eventuale necessità di piani di risanamento acustico aziendali (art.15 della legge 447/95) o per infrastrutture di trasporto (art.10 della legge 447/95, D.M. 29/11/2000) devono essere prodotte idonee documentazioni di impatto acustico.  

Mitigazione e bonifica acustica

Nel caso in cui la valutazione di impatto acustico non dia esito positivo vengono studiate e progettate le misure necessarie a rendere accettabili le emissioni acustiche dell'opera.  

Piano di risanamento acustico aziendale

in base all'art. 15, comma 2 della legge 447/95 le imprese che riscontrano una situazione non conforme alla vigente normativa in tema di inquinamento acustico devono presentare il proprio piano di risanamento acustico aziendale entro il termine di 6 mesi dall'approvazione del piano di classificazione acustica del territorio comunale. Nel piano di risanamento dovrà essere indicato con adeguata relazione tecnica il termine entro il quale le imprese prevedono di adeguarsi ai pertinenti limiti.  

Stesura del piano di classificazione acustica comunale

L'art. 6, comma 1, lettera a) della legge 447/95 prevede che i comuni adottino un piano di classificazione acustica comunale. I criteri di redazione ed elaborazione del piano sono stabiliti dalle regioni. La stesura del piano comprende la mappatura acustica delle aree critiche e l'assistenza nella redazione di un regolamento per le attività rumorose comprensivo delle modalità di concessioni di deroghe per attività temporanee, all'aperto, manifestazioni, ecc.  

 

ACUSTICA IN EDILIZIA

       

I requisiti acustici passivi sono una specifica caratteristica degli elementi che compongono l'involucro edilizio di un edificio. I principali parametri acustici edilizi sono:  

  • R'w (potere fonoisolante apparente) : è indice dell'isolamento acustico tra unità immobiliari adiacenti);
  • D2mnTw (isolamento acustico di facciata) : è indice della capacità di isolamento dell'intera facciata di un edificio;
  • L'nw (isolamento al calpestio) : è indice dell'isolamento del pavimento o del solaio.
Le leggi vigenti prevedono che si debbano rispettare i requisiti acustici passivi non soltanto in fase di progetto ma anche in opera. Il pilastro su cui si basano da tempo la progettazione ed i collaudi in opera di detti requisiti è il D.P.C.M. del 5/12/1997. Il riferimento futuro in materia è invece costituito dalla norma tecnica UNI 11367:2010 "Acustica in edilizia - Classificazione acustica delle unità immobiliari - Procedura di valutazione e di verifica in opera". La norma definisce la classificazione acustica degli edifici e sarà recepita da un decreto legislativo che introdurrà l'obbligo della certificazione acustica degli edifici. Si tratta di un tipo di classificazione basata su misure effettuate al termine dell'opera edilizia, che consente di informare i futuri proprietari/abitanti sulle caratteristiche acustiche della stessa e di tutelare i vari soggetti che intervengono nel processo edilizio (progettisti, produttori di materiali da costruzione, costruttori, venditori, ecc) da possibili successive contestazioni.   La nostra attività nell'ambito dell'acustica architettonica si sviluppa nei seguenti ambiti:  
Progettazione degli edifici ai sensi del DPCM 5/12/97
  • valutazione previsionale del potere fonoisolante apparente R'w
  • valutazione previsionale dell'isolamento acustico normalizzato di facciata D2mnTw
  • valutazione previsionale del livello di rumore di calpestio L'nw
  • valutazione previsionale dei livelli sonori dovuti agli impianti tecnici.
 Collaudo in opera dei requisiti acustici passivi
verifiche in opera dei requisiti acustici secondo il DPCM 5/12/97 : misure in sito del potere fonoisolante apparente tra unità immobiliari adiacenti, dell'isolamento acustico di facciata, dell'isolamento al rumore di calpestio, della rumorosità di impianti e macchinari 
Classificazione acustica delle unità immobiliari
Classificazione acustica delle unità immobiliari secondo la norma tecnica UNI 11367:2010 "Acustica in edilizia - Classificazione acustica delle unità immobiliari - Procedura di valutazione e di verifica in opera".  
 

ACUSTICA INDUSTRIALE  

         
Rilevazioni fonometriche e bonifiche acustiche
  • determinazione delle emissioni sonore di impianti e macchine, sia in termini di pressione sonora (Lp) che di potenza (Lw)
  • caratterizzazione delle emissioni acustiche di impianti e macchinari (spettro di frequenza, componenti tonali, impulsive, ecc.)
  • studio e progettazione degli interventi di mitigazione per limitare il rumore
  • collaudi acustici di macchine ed impianti
  • certificazione della potenza sonora delle macchine sia tramite misure di pressione sonora che di intensità sonora
Valutazione dell'esposizione al rumore degli operatori (d.lgs. n.81 del 9 aprile 2008)
  • determinazione del livello di esposizione
  • individuazione e dimensionamento delle misure di prevenzione e protezione
  • informazione e formazione dei lavoratori
  • valutazione dell'efficacia dei Dispositivi di Protezione Individuale
 

 

ACUSTICA ARCHITETTONICA

   

L'attività di progettazione in ambito di acustica architettonica ha come obbiettivo primario la qualità ed il comfort acustico di ambienti chiusi quali sale conferenza, teatri, aule ed altri ambienti scolastici, strutture destinate allo sport o allo svago attraverso l'eliminazione di rumori esterni indesiderati, il controllo dei livelli sonori interni, l'intellegibilità del parlato. Tutto questo viene ottenuto agendo sul controllo della riverberazione, sull'isolamento ed il controllo del rumore e sulla distribuzione e l'assorbimento del suono all'interno di ambienti chiusi. La nostra attività nell'ambito dell'acustica architettonica si sviluppa nei seguenti ambiti:
Progettazione degli ambienti di ascolto (teatri, sale conferenze, ecc.)

La progettazione di questi ambienti si basa sulla scelta di parametri acustici ottimali in funzione della destinazione d'uso della sala. In fase di progettazione si effettua anche la scelta dei materiali e delle soluzioni architettoniche.  

Progettazione di interventi di correzione acustica su edifici esistenti

Se a seguito di misure in sito di descrittori acustici quali il tempo di riverberazione, gli indici di chiarezza, l'intensità sonora risulta la necessità di apportare opportune correzioni, si procede con il dimensionamento degli interventi necessari all'ottenimento dei requisiti acustici  

Consulenza alle aziende produttrici di materiali e sistemi per l'acustica

per questa tipologia di aziende si offrono i seguenti servizi:

  • studio delle caratteristiche acustiche dei materiali (fonoassorbimento, fonoisolamento, rigidità dinamica, resistenza allo schiacciamento)
  • verifiche in laboratorio ed in cantiere
  • assistenza e consulenza per la messa a punto dei materiali ed il miglioramento delle prestazioni acustiche

  

VIBRAZIONI  

  
     
Valutazione dell'esposizione dei lavoratori secondo quanto previsto dal d.lgs. 81 del 9 aprile 2008
  • misura strumentale e determinazione del livello di esposizione
  • individuazione e dimensionamento delle misure di prevenzione e protezione
  • informazione e formazione dei lavoratori
Verifica dei valori di emissione di macchinari
  • analisi dei livelli equivalenti, con acquisizione della storia temporale
  • analisi delle emissioni in frequenza
Progettazione degli interventi di attenuazione su macchine ed impianti
  • rilievo strumentale delle emissioni e determinazione della frequenza di risonanza
  • dimensionamento degli interventi di attenuazione con l'impiego di supporti antivibranti ed elementi isolanti